Mottola

mottola Mottola è uno dei centri dove la civiltà rupestre presenta il più vasto campionario architettonico ed artistico. Durante l’escursione sarà possibile visitare la gravina di Petruscio, creatisi nel corso dei millenni dal lento defluire delle acque piovane sulla roccia friabile e in cui è possibile ritrovare case scavate nella roccia abitate nel passato dall’uomo. Numerose cripte basiliane, inserite negli agglomerati ipogei, si presenteranno innanzi al visitatore, che rimarrà stordito dalla loro bellezza. Tra queste il Santuario di San Nicola, definito la cappella Sistina della civiltà rupestre, conservante affreschi con le effigi di santi cari alla liturgia orientale (Cristo Pantocratore, San Nicola, S.Stefano) o la cripta rupestre di S. Angelo, l’unica chiesa rupestre a due livelli.

Taranto

tarantoTaranto, “la città dei due mari”, le cui origini si perdono nella leggenda.
La città vecchia situata su un isola artificiale, parla di storia e arte, la città nuova invece, situata sulla terraferma, è espressione della modernità e fulcro commerciale. Durante l’escursione si visiterà il suo centro storico di epoca medievale; la chiesa di S. Cataldo, santo patrono della città, eretta sul finire del XI secolo; la chiesa di S. Domenico con il suo imponente portale gotico.

Mini crociera nel golfo di Taranto

Dal porticciolo turistico di Taranto Yacht ha inizio la crociera.
Lungo il tragitto è possibile ammirare attraverso il passaggio dal ponte girevole il lungomare, i giochi d’acqua, il vecchio porto mercantile, il ponte di pietra, la zona industriale, le isole S. Paolo e S. Pietro, la Base Navale Nato,il lungomare della città Nuova. Seguirà il rientro nel mar piccolo, costeggiando l’arsenale militare. Durante questo percorso sarà possibile vedere l’allevamento dei mitili, seguirà il passaggio sotto il Ponte Punta Penna e dal II seno del Mar Piccolo e il rientro presso la discesa Vasto.

Metaponto

Percorrendo la Costa Jonica sarà possibile vedere le “Tavole Palatine”, le colonne di un tempio dorico dedicato ad Era situato a Metaponto, una prestigiosa città fondata dagli Achei. Qui nel 495 a. C. Pitagora, un filosofo e matematico Greco, fondatore della scuola pitagorica, morì.

Grottaglie

Grottaglie è conosciuta in tutto il mondo per la sua ceramica e per la produzione di vasellame in terracotta. Passeggiare nel celeberrimo “quartiere delle ceramiche”, composto da circa quaranta botteghe scavate nel tufo consente di poter assistere alla lavorazione artigianale della ceramica. Una tradizione millenaria che continua a tramandarsi di padre in figlio, rendendo l’antico mestiere un patrimonio unico da preservare e perpetuare di generazione in generazione. La particolarità della ceramica grottagliese sta nel rispetto più autentico delle antiche tecniche di lavorazione e nell’introduzione del decoro che ha reso i manufatti non di uso comune, bensì ricercati complementi di arredo o addirittura oggetti da collezione.
A fine escursione si potrà visitare una cantina vinicola e degustare il vino.

Matera

matera 1 Matera, la città dei “Sassi”, un unico complesso urbano che si snoda in due profonde gravine: il “Sasso Barisano” e il “Sasso Caveoso”. La struttura urbana è scavata nel tufo creando una sorta di habitat rupestre; qui l’ingegno ha determinato la sopravvivenza di un’intera comunità in armonia con l’ambiente naturale.
Alla fine del 1993 l’ Unesco ha dichiarato I Sassi di Matera patrimonio dell’umanità. Durante l’escursione si potrà visitare il complesso urbano situato nei “Sassi”; passeggiare tra i cortili caratteristici e visitare una casa grotta tipicamente arredata.